malasanità Monza gli asportano stomaco per errore

Malasanità Monza: medici asportano stomaco per errore.

Brutto episodio di malasanità a Monza, 2 medici rinviati a giudizio.

Ha vissuto senza stomaco, da anni, “per errore”, ma la valutazione medica era “totalmente sbagliata”. Per questo due medici – primo e secondo chirurgo – dell’Irccs Multimedica di Sesto San Giovanni sono finiti a processo. Vittima dell’ipotetico caso di malasanità è una donna di 53 anni, sottoposta il 4 aprile 2016 a un intervento di gastrectomia totale dopo una diagnosi di tumore maligno. A deciderlo il pm di Monza che ha disposto la citazione diretta a giudizio per i due chirurghi. L’accusa è di lesioni colpose gravissime.

Quell’operazione non necessaria, secondo la Procura di Monza, le ha provocato una “malattia certamente o probabilmente insanabile”, la perdita di un organo, sono finiti a processo due chirurghi dell’Irccs Multimedica di Sesto San Giovanni.  Il pm di Monza Alessandro Pepè ha disposto, infatti, la citazione diretta a giudizio per lesioni colpose gravissime di due medici, in qualità rispettivamente di “primo” e “secondo” chirurgo all’epoca, e la prossima udienza del processo in corso a Monza, davanti al giudice Angela Colella, è fissata per il 17 settembre. La Multimedica spa è stata citata nel dibattimento come responsabile civile dal legale della donna.

Fonte: RTL (articolo completo qui).

Per rimanere informato su altri casi di malasanità a Monza seguici sulla nostra pagina facebook o visita il nostro blog.

Comments are closed.